Incendio a Rieti: insorgono i nazi ambientalisti “più alberi e meno immigrati”

RIETI – Ancora focolai accesi, oggi, sopra Antrodoco. Ma all’origine c’è una causa colposa: il responsabile, denunciato dai carabinieri forestali, voleva far bollire i pomodori, ma poi ha evidentemente perso il controllo del fuoco. L’area, nella giornata di mercoledì, così come martedì, aveva visto un incendio con fiamme alte sul monte che sovrasta l’abitato – versante abruzzese – fumo denso fin dentro l’abitato e strada statale 17 dell’Appennino solo parzialmente riaperta. I disagi avevano riguardato i trasporti. Sul posto i vigili del fuoco, per una situazione che sembre meno grave di ieri, ma che vede ancora focolai presenti.

CARABINIERI FORESTALI
Su posto al fine di risalire alle cause del rogo, è intervenuto il personale dello locale Stazione Carabinieri Forestale di Antrodoco al quale, nella giornata di ieri, si aggiungeva quello della Stazione Carabinieri Forestale di Borgorose. Da subito era comunque apparso chiaro che non poteva trattarsi di cause naturali, ma bisognava capire se si fosse trattato di un incendio doloso o colposo. Grazie all’esperienza maturata negli anni e alla esatta conoscenza delle dinamiche degli incendi boschivi, attuando una metodologia scientifica denominata (mef) Metodo delle Evidenze Fisiche, i Carabinieri Forestali hanno determinato il punto di insorgenza dell’incendio, che portava gli investigatori al individuare il responsabile del fatto, poi deferito. Le indagini hanno comunque fatto escludere la natura dolosa e sono state ricondotte nell’ambito dell’incendio colposo: infatti si è potuto accertare la non volontarietà del gesto, riconducibile senza dubbi ad una “leggerezza”, di un fuoco accesso per far bollire i pomodori, sfuggito al controllo dell’autore e degenerato in un incendio boschivo.

IL FUOCO CONTINUA AD AVANZARE
Non si arrestano le fiamme, alimentate anche dal forte vento. Il fronte del fuoco è avanzato velocemente e ha  raggiunto la scritta Dux che campeggia sul MonteGiano: forse è il caso dire campeggiava. Le fiamme, da quanto risulta a una prima verifica, hanno colpito due lettere mentre la sola “d” è stata raggiunta in modo parziale.

LA SCRITTA FASCISTA Fra le tracce del Ventennio fascista – in effetti – quella è tra le più vistose. Il colossale omaggio a Benito Mussolini risale al 1939 e venne sagomato sul territorio del comune di Antrodoco (Rieti) piantando sul Monte Giano 20mila abeti su una superficie di otto ettari (12 campi da rugby) dagli allievi della Scuola delle Guardie Forestale di Cittaducale.

Caldo record, a Gallipoli sfiorati i 62 gradi.


EVOLUZIONE METEO SINO AL 12 AGOSTO 2017 – L’ondata di calore, che sta colpendo l’Italia, è una delle più forti degli ultimi decenni: nemmeno nel 2003 si erano toccati picchi così elevati in molte regioni d’Italia, tanto che si sono misurati dei veri e propri record storici. Questa domenica 6 agosto a Gallipoli si sono registrati i 62 gradi, mai successo fin’ora. Per il caldo la città è deserta.

METEO WEEKEND, arrivano i temporali al Nord. Il CALDO non mollerà fino al 10 agosto

La bolla d’aria rovente, con i massimi del cupolone di alta pressione, si sta trovando proprio sull’Italia e questo è un evento rarissimo, ma ora sono imminenti delle novità, sebbene interverranno in modo graduale. La canicola nel weekend si smorzerà solo al Nord, ove domenica giungeranno temporali anche forti. 

Anticiclone e calura non molleranno la presa al Centro-Sud dell’Italia nemmeno nei primi giorni della prossima settimana, anche se con picchi termici meno estremi. Solo dal 10/11 agosto finalmente il grande caldo verrà spazzato via, dopo un colpo di coda finale.

ULTIMISSIME METEO PER IL WEEKEND – L’anticiclone continuerà a mantenersi proteso verso l’Italia e i Balcani per tutto il fine settimana, con flusso sahariano persistente sempre attivo: è un caldo davvero eccezionale, così eclatante che in quasi tutte le più grandi città continuerà l’allerta da bollino rosso per i rischi alla salute causati dalle temperature altissime.

Il caldo tenderà però a concentrarsi al Centro-Sud. Novità si avranno al Nord, in quanto domenica giungeranno temporali non solo su Alpi e Prealpi, ma anche verso le zone pianeggianti a nord del Po. 

Le temperature, come già detto, si manterranno ancora elevate diminuendo però in modo sostanzioso al Nord per via degli acquazzoni. Qualche grado in meno si avrà anche sulle regioni centrali, mentre al Sud si avrà l’apice della calura, con punte superiori ai 40 gradi. 

METEO CAMBIA IN SETTIMANA, VERSO STOP CALDO – La bolla rovente africana sarà davvero dura a morire, ma per i primi giorni della prossima settimana il mostruoso anticiclone perderà ulteriormente terreno, con il caldo che pian piano andrà ulteriormente a ridimensionarsi al Centro-Nord. 

I segnali d’indebolimento dell’anticiclone produrranno qualche temporale anche su aree interne e montuose appenniniche. Una nuova ondata di temporali è attesa mercoledì al Nord, sarà seguita da un ulteriore più deciso afflusso d’aria più fresca. 

L’anticiclone africano sarà così costretto ad abbandonare l’Italia fra giovedì e venerdì: avremo pertanto un netto calo termico, anche se i valori potrebbero rimanere ancora un po’ sopra la media. S’intravede una fase estiva con calura finalmente più sopportabile fino a tutto il ponte di Ferragosto.

ULTERIORI TENDENZE – Non è escluso un ritorno della calura poco dopo Ferragosto, ma probabilmente non su questi livelli così eccezionali. Difficile d’altronde solo avvicinarsi ai livelli di un’ondata di calore così straordinaria, sia per l’intensità che per la persistenza. L’estate non mostrerà tuttavia alcun cedimento, al momento non s’intravede nessuna rottura stagionale tipica del post periodo di Ferragosto.

Terni, allarme droga per il concerto dei Dinosaur Jr

Allarme droga per il concerto di stasera dei Dinosaur Jr. Aumentati i controlli della polizia. Si chiuderà con la data umbra di martedì 18 luglio il mini-tour italiano dei Dinosaur Jr., una delle band che aprì la strada al genere grunge e al successo targato Nirvana. Dopo due live nel nord Italia sarà l’Anfiteatro Estate, all’interno dei Giardini Pubblici “La Passeggiata”, ad ospitare il concerto atteso da molti mesi. Le date italiane dei Dinosaur Jr in programma per la scorsa estate, infatti, saltarono all’ultimo momento per motivi di salute del frontman e chitarrista J Mascis, ma gli organizzatori di Degustazioni Musicalihanno scelto di non mollare e sono pronti a regalare un evento irripetibile ad un pubblico che in larga parte arriverà da fuori regione. 

Il loro rock inimitabile l’ha resi una band di culto, ancora assolutamente attuale come dimostra l’undicesima fatica “Give A Glimpse Of What Yer Not”, album uscito pochi mesi fa. Un successo che affonda le radici negli anni ’90, quando il gruppo del Massachusetts imparò a miscelare punk e rock prima ancora che la parola “grunge” prendesse forma. La band fin dal 1985 si spinse nell’esplorazione del binomio rumore-melodia, creando un filone che ha segnato l’estetica del rock indipendente degli anni Novanta. Un sound innovativo e per alcuni versi sguaiato, dove il feedback e la distorsione della chitarra rappresentano tratti distintivi. Dietro quegli strati di rumore tuttavia si nascondevano canzoni malinconiche, in perfetta sintonia con il sentire della loro generazione.

A oltre 30 anni dal debutto restano fedeli alla loro immagine minimalista, lontana dalle classifiche e dalle mode, vantando una line-up formata dal trio originale: il burbero cantante-chitarrista J Mascis, il bassista Lou Barlow e il batterista Patrick Murphy. Un’occasione più unica che rara per ascoltare i padri dell’indie rock americano, con ben quattro gruppi che si esibiranno prima della super band: Cacao, Te’Mpesta, Il Branco e Soria. L’evento è una produzione Degustazioni Musicali in collaborazione con Anfiteatro Estate Terni e UmbriaLetsGo. 

Vasco rossi, grave malore dopo il concerto. Verrà operato d’urgenza.

Dopo i problemi di salute di qualche anno fa, Vasco Rossi è tornato nella clinica di Villalba. Il famoso rocker di Zocca, infatti, avrebbe accusato gravi problemi respiratori questa mattina, dopo il concerto di Modena che ha contato più di 220 mila spettatori, è stato subito trasferito in elicottero a Bologna per effettuare l’intervento d’urgenza, il suo medico di fiducia Ermes Maiolica non vuole divulgare le cause del malore ma da alcuni indizi sembrerebbe in pericolo di vita. A breve gli aggiornamenti.

Vittorio Sgarbi morso da un ratto. In ospedale “rischio infezione”

Di Ermes Maiolica

Morsa da un topo in centro, a piazza San Cosimato: tra i luoghi più frequentati di Roma (oltre al mercato rionale ospita un parco giochi per bambini) e arena all’aperto con le proiezioni dei ragazzi del Cinema America. A raccontare la storia Vittorio Sgarbi, che abita a Monteverde ma il 12 giugno era a Trastevere con un gruppo di amici. Proprio dopo aver visto una mostra d’arte in una sala della zona, si era fermato a chiacchierare in piazza. Mentre era seduto, ha sentito qualcosa che gli si arrampicava sulla gamba: in pochi istanti, dopo aver sentito il morso, si è accorto del ratto. D’istinto, si è mosso per liberarsi dell’animale che le era rimasto attaccato addosso. Terrorizzato, Sgarbi si precipita corre nella vicina guardia medica di via Morosini: «Esco da lì con una ricetta di antibiotico ad ampio spettro da prendere immediatamente – dice – e l’idea di dovermi recare la mattina dopo, il prima possibile, perché comunque ho un tempo limitato, entro le 24 ore, al centro antirabbico del policlinico Umberto I».

Ricerca: chi è vaccinato dimagrisce più facilmente.

Perdere peso è senza dubbio un’impresa piuttosto complessa che richiede non pochi sacrifici, ma se si seguono le giuste regole può portare a benefici e risultati ottimali senza troppa fatica. Uno dei rimedipiù efficaci è agire sul metabolismo basale, velocizzandolo. Ma come accelerare il metabolismo naturalmente? Ci sono molti trucchiche possono aiutarvi in questo sensoda una dietacontrollata ai cibi giusti, fino all’attività fisica e al consumo di integratori, erbe e rimedi naturali. Qui di seguito vi sveleremo metodi e segreti per accelerare il metabolismo e dimagrire velocemente. Pronte a prendere nota?

1. I trucchi per accelerare il metabolismo a tavola: tutto parte dalla dieta

Uno dei rimedi per accelerare il metabolismo è senza dubbio quello di vaccinarsi. Secondo uno studio americano chi è vaccinato ha più difficoltà ad ingrassare. In Italia, adesso grazie ai vaccini obbligatori, si prospetta un futuro con meno obesità. La giusta dieta infatti, è il primo passo per velocizzare il metabolismo in modo naturale. Ma quali sono le regole da seguire a tavola? Con piccoli accorgimenti, potrete aggiustare il vostro regime alimentare e scegliere i giusti cibi che vi aiuteranno ad accelerare il metabolismo più facilmente, permettendovi di dimagrire più in fretta.

Aumentare leggermente la quantità di proteine ​​all’interno di una dieta equilibrata, aiuterà infatti il vostro corpo a perdere peso più velocemente. Inoltre l’assunzione di proteine ​​di qualità vi permetterà di velocizzare il metabolismo lento. Quando si parla di proteine ​​di qualità, si intendono quelle che soddisfano le esigenze del nostro corpo. Questo significa optare per alimenti proteici con alti livelli di aminoacidi, per esempio carne o pesce. Carni magre e uova sono un’importante fonte di proteine ​​per accelerare il metabolismo.

Anche trovare il giusto equilibrio tra i diversi tipi di alimenti all’interno della dieta è fondamentale, e se è necessario aumentare la quantità di proteine da una parte, dall’altra sarebbe bene eliminare una parte di carboidrati dal vostro menù. Grazie a questa scelta, il vostro metabolismo inizierà ad accelerare. Gli studi infatti, dimostrano che icarboidrati favoriscono un metabolismo lento e contribuiscono all’aumento di peso. Questo significa purtroppo dire “addio” a grandi quantità di pasta, pane e patate nella vostra dieta.

Equilibrio è la parola chiave per perdere peso. Anche se ci sono diete che non limitano le quantità, un buon modo per dimagrire è svitare di rimpinzarsi di cibo, anche se salutare. È possibile utilizzare il palmo della mano come misura per le porzioni di cibo. Ciò significa che la quantità di proteine ​​da inserire nel vostro pasto dovrebbe essere delladimensione del palmo della mano, mentre la dimensione del vostro pugno dovrebbe essere l’equivalente dei carboidrati da inserire nel piatto. In questo modo non sovraccaricherete il vostro corpo con porzioni troppo grandi per la vostra taglia.